Le idee non sanguinano

Salve popolo italiano,

ci troviamo quest’oggi a scrivere un comunicato riguardo la chiusura del nostro blog anon-italy.blogspot.it da parte di “Amico Google”.

Sappiamo che la colpa non è di Google, ma di quei subdoli individui che hanno segnalato all’Amico le cose da noi pubblicate il 5 Novembre.

Ci sono persone così miseramente incompetenti, che non sono capaci di accettare la sconfitta di una battaglia.
Sarà perchè non gli è andata giù di essere stati messi in ridicolo da questo gruppo, che riempendosi la bocca, chiamano terrorista.
Una battaglia, sì, perchè la guerra contro loro luridi mangiasoldi a tradimento, non è finita.
Sono buoni solo ad ingannare il popolo, che su di loro, purtroppo, fa affidamento mettendo nelle loro “mani pulite” non solo i loro dati, ma per assurdo anche le loro vite, che voi considerate miserabili, ma che per noi contano MOLTISSIMO.

Perchè anche se può sembrarvi strano, facciamo e siamo anche noi parte di quel popolo che a loro sta tanto a cuore, sarcasticamente parlando!

Siamo e sempre saremo quella parte del popolo pronta a combattere, a vigilare ed a contrastare i vostri interessi a nostro discapito, mettendo in campo ogni giorno le nostre capacità, nonchè la nostra libertà, per portare alla luce le bugie di quelle persone “potenti”, condite con quel finto buonismo che solo loro sanno usare.

E allora forse vi chiederete perchè Anonymous.
Anonymous perchè non è un partito, tantomeno un gruppo di terroristi.
Per quello che ci riguarda, Anonymous non ha mai ucciso nessuno, non ha mai venduto armi per guerre di interessi.

Anonymous perchè è un movimento mondiale, fatto di persone comuni che si mettono insieme per combattere soprusi di governi totalitari, che cercano ogni giorno di occultare la verità.

Anonymous perchè ci vuole coraggio per fare quel che facciamo, ci vogliono ideali saldi che non si dissolvono con un blog cancellato o con un arresto.

Andate a leggere la definizione della parola ‘terrorista’ su wikipedia, ne riportiamo qui alcune righe:

(Il termine terrorismo, come consuetudine nel diritto penale internazionale, indica azioni criminali violente premeditate a suscitare paura nella popolazione come attentati, omicidi, stragi, sequestri, sabotaggi, dirottamenti a danno di collettività o enti quali istituzioni statali e/o pubbliche, governi, esponenti politici o pubblici, gruppi politici, etnici o religiosi.
Sebbene di efferati eventi contro le popolazioni inermi siano stati costellati i conflitti dell’umanità , è solo dopo la seconda guerra mondiale che il termine è tornato in auge in occasione di vari movimenti di liberazione dai gioghi coloniali soprattutto in Algeria, Kenya, Palestina, durante i quali lo stesso tipo di evento veniva definito o terroristico o legittimo a seconda della fazione in causa.
Le organizzazioni dedite a tale pratica vengono definite “organizzazioni terroristiche”, mentre l’individuo è definito come “terrorista”, termine che originariamente indicava un membro del governo in Francia durante il Regime del Terrore (1793-1794).

Come potete leggere dalla descrizione, vedrete che la parola ‘terrorista’ deriva da uno stato ove vige un regime di terrore, cosa che sembra ripetersi anche con governi odierni.

Non vogliamo dilungarci oltre, chiunque leggerà queste parole potrà trarne le proprie conclusioni!

Noi siamo Anonymous.
Noi siamo legione.
Noi non perdoniamo.
Noi non dimentichiamo.
Aspettateci!

Article written by

4 Responses

  1. pluto at |

    Siete linfa

  2. Giuseppe at |

    grazie

  3. Anonymous at |

    Hong Kong, Cile, Bolivia, Barcellona il popolo é in rivolta ovunque e tuttavia non basta.

    I regimi sono gli schiavi dei grossi poteri finanziari che dominano il mondo! Nessun interesse al benessere comune.

    Possiamo difenderci da tutto quello che sta accadendo nel mondo? Com’é che anche unendoci non ci riusciamo a far valere i nostri diritti e le nostre ragioni.

    Sembra che chiudiamo una falla e se ne aprano altre due. Poi c’è gente come voi che rischia tutto pur di continuare a smascherare lo schifo, gente che si difende nei tribunali per aver detto no a TAP come me e tanti altri compagni, mentre c’è chi si riempie le tasche dei soldi sporchi del nostro sangue!

    Questo è il vero terrorismo! Subdolo, invisibile, pieno di trappole con un unico scopo: renderci schiavi!

    Grazie e continuiamo a resistere ora e sempre!

  4. Anonimo at |

    Salve fratelli,
    in un mondo devastato come mai nella storia, sarebbe lungo l’elenco di conflitti e lotte sociali contro oligarchia che concentra nell’1% tutto il potere: politico, economico, bancario, che ha cancellato riducendo a meri esegutori di ordini gli Stati ed i loro Governi ormai infiltrati,corrotti,mafiosi,massoni…
    Purtroppo la peggio notizia é che anche le ribellioni del popolo vengono represse con violenza, soprusi, arresti, torture, etc. etc, lo vediamo tutti i giorni sui media che non sono complici di questi regimi, ma in tuttto il mondo stanno rialzando la testa i nazionalismi delle destre neoveteronazifasciste, che stanno attaccando sempre più i diritti primari delle persone, arrivando al punto che é più garantita la circolazione delle merci, che quella degli esseri umani che migrando dalle zone dove si muore, trovano muri politici e reali.
    Noi possiamo solo dare buona controinformazione, contrastando ad esempio nel Bel Paese la guerra e odio tra poveri scatenata dalla Lega e suoi tirapiedi, anche se la missione diventa sempre più difficile, il nostro target devono essere i giovani che come negli anni 80 con Operazione Bluemoon sono deviati dall’uso distorto della rete della quale conoscono solo i social network e ben poco altro.
    INFORMARE É RESISTERE
    Grazie per il vostro impegno civile e sociale!

Comments are closed.